DVD Decrypter

Come copiare il contenuto di un DVD-Rom sul disco fisso del proprio PC

(Versione 3.1)

Questa pagina è stata pubblicata da Panix su http://digilander.libero.it/andypanix.
Ultimo aggiornamento:
14/04/2021

NOTA: la copia di DVD che non vi appartengono è illegale e costituisce un reato punibile per legge. Questa guida è rivolta a tutti coloro che disponendo HardDisk di grosse dimensioni vogliano trasferirvi i loro film in DVD, in modo da poterli guardare senza di volta in volta dover inserire il DVD nel lettore del computer...

 
IMPORTANTE: la copia (anche ad uso personale) di DVD che non vi appartengono è illegale e costituisce un reato punibile per legge.

Il programma che uso per la copia è "DVD Decrypter", gratuito e liberamente scaricabile su http://www.dvddecrypter.com/.

INDICE

  • Installazione

  • Configurazione del programma

  • Estrazione (copia) del film

    • Metodo IFO: il metodo più semplice da utilizzare, soprattutto quando si desidera estrarre su file diversi ("demuxare") audio e video, onde potere convertirli o lavorarci sopra in maniera indipendente l'uno dall'altro (ad esempio con programmi diversi).
    • Metodo File: è il metodo che per primo è stato implementato da DVDDecrypter per l'estrazione dei file di un DVD. Ormai  si può tranquillamente utilizzare il metodo IFO, tuttavia potreste averne bisogno in alcuni casi molto particolari in cui il metodo precedente non funzioni.
    • Metodo ISO: in combinazione con un drive virtuale tipo "Daemon's Tools" è il metodo ideale per tutti coloro che vogliano guardarsi i propri DVD direttamente dal disco fisso, ottenendo una "copia virtuale" identica all'originale. N.B. Funziona solo se avete dischi con partizioni NTFS (Windows NT, 2000 e XP) a causa del limite dei 4GB su FAT32.

Installazione

L'installazione è semplicissima: il file che scaricate è autoinstallante, basta quindi eseguirlo e seguire le istruzioni che compaiono sullo schermo:





Cliccate su "Next" e quindi, scelta la cartella in cui installare il programma (basta cliccare su "Browse"), su "Install":



La domanda seguente vi chiede se volete che il programma cerchi automaticamente degli aggirnamenti ogni qualvolta viene aperto; selezionate l'impostazione che preferite (potete tranquillamente selezionare "No"):



Il processo di installazione è quindi terminato; cliccate su "Finish":



Fatto questo, siete pronti per eseguire il programma.

La versione che uso in questa guida è la:



Configurazione del programma

Una volta aperto, il programma si presenta come segue (se non avete un DVD inserito), e nella finestra "Source" viene selezionato in automatico il lettore DVD.



Cliccando con il pulsante destro del mouse sulla periferica che compare in "Source", potete accedere al seguente menù:



Da cui è possibile accedere ad alcune informazioni e funzioni quali ad esempio "Capabilities" che illustra le caratteristiche del nostro dispositivo:



ed al sotto menù "Regional Code", tramite il quale si possono avere informazioni utili sulle impostazioni regionali del nostro DVD:



Ad esempio, scegliendo "Information" è possibile sapere per quale regione è attualmente configurato il nostro lettore:



in questo caso il lettore è configurato per la regione 2. Per la cronaca, i produttori di film in DVD hanno pensato bene di suddividere il mondo in 5 macro regioni, onde impedire ad esempio che un europeo (regione 2) compri un DVD in America (regione 1) prima che il prodotto sia effettivamente disponibile in Europa, questo perchè un lettore DVD da tavolo è in grado di riprodurre correttamente solo i DVD prodotti per la regione per cui è configurato. Cliccando su "Change" è possibile modificare la ragione di configurazione del nostro DVD:



state comunque attenti che è generalmente consentito modificare la regione solo per un limitato numero di volte, come correttamente mostrato in "User Controlled Changes Available:" dove è indicato che è possibile modificare la regione solo altre 4 volte (ma in realtà esistono programmi e metodi che consentono di superare questo limite ;).

Tornando alla finestra principale, dovrebbe anche aprirsi automaticamente la finestra di "Log" seguente, molto importante in quanto informa su eventuali problemi incontrati dal programma:



Nel caso la finestra di log non si apra, cliccate su "View->Log" o premete il tasto "L":



Se avete un sistema operativo quale Win95/98, Millennium oppure 2000 o Xp installati su dischi con partizioni FAT32, tra i vari messaggi, vi apparirà un avviso che vi avverte che il vostro disco non supporta files di dimensioni superiori ai 4GB; non preoccupatevi, in quanto è solo un messaggio di avviso e questo non pregiudicherà il risultato della vostra estrazione (o copia che dir si voglia). Il problema si pone solo se volete estrarre il vostro film in un unico file, invece che suddividerlo in file più piccoli di 1GB (impostazione standard di default).  Il limite dei 4GB non è superabile se non riformattando o convertendo il disco in NTFS, cosa che potete tuttavia fare solo nel caso di sistemi operativi NT, 2000 e XP. Se non state capendo niente di quello che dico, lasciate perdere e andate pure avanti a leggere.

Se per qualche motivo la finestra di log vi dovesse dare i seguenti messaggi di errore:



è necessario reimpostare l'interfaccia di I/O; per far questo, cliccate su "Tools->Settings":



Nella finestra che compare selezionate "I/O":



e nella sezione "Interface" scegliete il driver che più fa al caso vostro:



ovvero: SPTI nel caso abbiate NT/2000 o XP,  ASPI per le altre versioni di Windows; ElbyCDIO può essere usato in tutte le versioni di Windows, nel caso abbiate installato CloneCD. Comunque, nel caso di problemi, o per chi volesse sbizzarrirsi un pò, potete trovare i link per scaricare tutti i drivers ASPI che volete sul sito di DVD Decrypter. Tuttavia, vi consiglio di provare strade alternative solo nel caso abbiate problemi durante l'estrazione del film con i drivers predefiniti.

A questo punto potrebbe essere utile configurare anche le altre impostazioni della finestra "Tools->Settings". Elencarle e spiegarle tutte risulterebbe un pò lungo e va oltre gli scopi di questa guida; ho quindi deciso di limitarmi a fornire le immagini delle finestre principali con le impostazioni di default che dovrebbero funzionare per la gran parte di voi, limitandomi a qualche commento dove penso possa essere utile.

Ecco le impostazioni generali (General):



assicuratevi sia selezionato "Remove Macrovision Protection" di impostare correttamente la regione accanto a "RCE Protection Region" (scegliete 2 se siete in Italia).

Le impostazioni per la modalità File, "File Mode",  regolano il comportamento del programma quando estraete il contenuto del DVD nella modalità File:



Nella scheda "On Startup", selezionate "Main Movie", accanto a "Select Files", in modo tale che ogni qual volta viene inserito un DVD, automaticamente vengano selezionati i files principali del film, escludendo i contenuti speciali; nel caso vogliate unire i files del film durante l'estrazione (e quindi nel caso non abbiate il limite dei 4GB) dovete selezionare l'opzione "None" accanto a "File Splitting", ma fatelo solo se non avete il suddetto limite (altrimenti non riuscirete ad estrarre il film... sovente un film in DVD occupa più di 4GB):

ATTENZIONE: scegliete none per unire i file VOB del film in un unico file durante l'estrazione, solo nel caso non abbiate il limite dei 4GB (quindi solo su sistemi operativi con partizioni NTFS, quali Windows XP e 2000)


Le impostazioni per la modalità IFO (IFO Mode), regolano invece il comportamento del programma durante l'estrazione del film dal DVD-Rom quando siete nella modalità IFO; vi consiglio di selezionare di default l'opzione "Enable Stream Processing":



Stesso discorso visto sopra per quanto riguarda la dimensione selezionabile in "File Splitting". Assicuratevi che siano selezionate tutte le caselline nella sezione "Options", come mostrato sopra. La scheda "Create Additional Files" risulta utile per la creazione di altri piccoli file di testo in fase di estrazione, file che potrebbero servirvi per inserire i capitoli nel vostro film (vedi il caso del metodo OGM). Selezionate solo quelli che vi servono (ma anche se li selezionaste tutti, non andreste incontro a grossi problemi, in quanto si tratta di file molto piccoli, di al più qualche decina di kB).

Le impostazioni per la "ISO Mode", regolano invece il comportamento del programma durante l'estrazione del film dal DVD-Rom quando siete nella modalità ISO, per la creazione di un'immagine speculare del vostro DVD; anche in questo caso, conviene rimuovere tutte le eventuali protezioni anticopia:



Notate che per poter montare correttamente l'immagine ISO con un programma quale Daemon's Tools dovete selezionare "None" accanto a "File Splitting".

Le impostazioni "CSS" non dovrebbero richiedere nessuna modifica; questa sceheda regola il modo in cui il programma rimuove il sistema di protezione dal DVD ed in genere potete lasciare tutto così come sta:



Passiamo alla scheda "Device"; la funzione "
Lock Tray During" blocca lo sportellino del lettore DVD durante l'estrazione (ma non solo...), per evitare che accidentalmente tentiate (voi o qualche altro programma) di espellere il supporto nonostante la copia non sia termintata, consiglio quindi di selezionarla se così non fosse. Potete poi fare in modo che al termine della copia il DVD venga espulso, selezionando le relative opzioni in "Eject Tray After...". Le altre opzioni non dovrebbero necessitare modifiche:



La finestra "Registry" consente di regolare alcuni parametri per l'integrazione / interazione del programma con il sistema operativo. Anche qui i valori di default non necessitano di particolari modifiche:



Poco rimane da dire per quel che riguarda le altre schede; in "Sounds" potete personalizzare i suoni del programma:



Mentre per quel che riguarda "Stream Processing", non vi è molto da dire, se non di lasciare tutto come sta (a meno che non sappiate cosa state facendo... ma in tal caso non stareste leggendo questa guida ;).



Procediamo ora all'estrazione del film (finalmente)

In questa guida prenderò in esame i due metodi di estrazione IFO, File ed ISO; il metodo IFO è da preferire, in quanto è il metodo più veloce e più semplice da usare, soprattutto quando dobbiate estrarre audio e video su file separati (demuxing), nonchè quello che dovrebbe garantire il risultato anche in quei casi di DVD piuttosto complessi. Lamodalità File è stata la prima implementata da DVDDecrypter, ed ormai non dovrebbe essere più necessaria tranne che in casi particolari o quando si presentino problemi con il metodo IFO; il metodo ISO è utile per creare immagini ISO del vostro DVD, nel caso vogliate crearne una copia 1:1 od utilizzarlo con un drive virtuale quale Daemon's Tools.

Metodo IFO.

La modalità IFO è molto più veloce e versatile della modalità FILE, e può essere utilizzata in tutti i casi, in particolare si presta molto bene alla gestione dello "Streaming" ed è quindi estremamente indicata quando vogliate escludere od estrarre (il cosidetto demuxing) alcune delle tracce audio (ma anche sottotitoli) dai file VOB. L'esempio seguente in particolare mostra come copiare il contenuto del vostro DVD (in questo caso The Cell) sul disco fisso, estraendo a parte (demuxing) il flusso audio in italiano e quello in inglese, che verranno memorizzati in due file con estensione AC3 nella stessa cartella in cui verranno copiati i file VOB (che conterranno quindi solo il flusso video ed i sottotitoli). Questo metodo consente di processare l'audio ed il video in maniera indipendente ed in particolare è la procedura da seguire se volete creare un file Ogg Media Container (OGM), con audio Ogg Vorbis e supporto sottotitoli, multitraccia audio e capitoli (vedi la guida in proposito a questo indirizzo).

Assicuratevi anzitutto di essere in modalità corretta, controllando che sia spuntato "IFO" nel menù "Mode":



Una volta inserito il DVD, il programma si presenterà più o meno come segue:



in automatico dovrebbe essere selezionata la traccia principale, ovvero il vostro film, che generalmente coincide con quella più lunga. Nel caso abbiate dubbi, selezionatela al solito modo cliccando nella voce Edit del menù:
 



Se vi interessa aggiungere i capitoli al vostro film di backup è necessario ora richiamare la scheda "IFO Mode" dal menù "Tools --> Settings..." e selezionare quali files addizionali si intendano creare. Nella finestra seguente è sottolineata l'opzione "Chapter Information - OGG" nella sezione "Create Additional Files", utile nel caso vogliate inserire le informazioni sui capitoli nei file video in formato Ogg Media Container (vedi la guida in merito a questo indirizzo):



Le procedure seguenti riguardano lo stream processing e risultano utili solo nel caso vogliate escludere alcune tracce dalla copia o nel caso vogliate estrarre separatamente audio e video. Se vi interessa esclusivamente copiare tutto il film e non volete estrarre l'audio a parte, potete saltare direttamente qui.

IMPORTANTE: se desiderate guardare il film direttamente dal disco rigido nel formato originale, ad esempio aprendo i file VOB estratti con PowerDVD, non dovete effettuare il demuxing dell'audio e del video, ovvero estrarre audio e video su file separati, altrimenti non sentirete l'audio. Tuttavia potrebbe essere comunque necessario abilitare lo "Strem Processing", questo perchè PowerDVD non è in grado di "vedere" le tracce audio successive alla prima, e quando andrete ad aprire i file così estratti potrete ascoltare solo la traccia audio primaria, ovvero quella che è mappata con 0x80. Nel caso quindi la lingua italiana non sia la traccia mappata come 0x80, dovrete rimapparla utilizzando l'opzione disponibile andando tranquillamente ad escludere tutte le altre tracce che non vi interessano:



Tuttavia, per chi è interessato semplicemente a guardare i DVD dal proprio disco fisso, consiglio vivamente di utilizzare il metodo ISO.

Aprite ora la sezione per lo "Stream Processing", cliccando sulla relativa linguetta come mostrato nella seguente immagine:



La finestra cambia come di seguito; notate tuttavia che non potete ancora scegliere le singole tracce:



Per fare ciò è necessario abilitare lo stream processing spuntando la relativa casella (è possibile comunque scegliere se attivare lo stream processing di default):



A questo punto potete segliere quali traccie audio e quali sottotitoli includere o meno nella copia del film sul vostro disco fisso. In questo caso ho escluso due tracce audio in inglese, disattivando le relative caselline:



Per poter processare l'audio in modo indipendente dal flusso video, è necessario separarlo dai file VOB che verranno creati sul vostro disco fisso (i file VOB non sono altro che dei contenitori per il flusso video (MPEG2 nei DVD), audio (AC3 ed altri formati) e sottotitoli); in modo tecnico si parla di demuxing. In questo esempio, al termine della copia, sul disco fisso troverete 2 file con estensione AC3 nella stessa cartella in cui avete decriptato il film. Selezionate la traccia audio che volete estrarre (1) e quindi selezionate "Demux" (2), come mostrato nella figura seguente:



Ripetete la procedura per tutte le tracce audio che volete estrarre:



Per quanto riguarda le altre tracce (video e sottotitoli) controllate che sia invece selezionato "Direct Stream Processing":



A questo punto selezionate la cartella in cui volete copiare il vostro film (se quella scelta automaticamente non vi aggrada ;-))



Fatto questo non vi resta che procedere alla copia (ripping). Cliccando sul relativo pulsante:



compare la solita finestra che vi indica lo stato di avanzamento della copia:



Al termine avrete tutti i vostri file nella cartella che avete scelto, pronti per l'uso:




Metodo File.

Assicuratevi di essere in modalità corretta, controllando che sia spuntato "File" nel menù "Mode":



Una volta inserito il DVD, il programma si presenterà più o meno come segue; in automatico verranno selezionate le tracce video più lunghe che si suppone essere quelle del vostro film. Tutti gli altri contenuti speciali non vengono selezionati, quindi se volete copiarli dovrete selezionarli manualmente. Per aggiungere un file a quelli già selezionati, tenete premuto il tasto "Ctrl" mentre lo selezionate con il mouse.



Date sempre un occhio alla finestra di log per eventuali problemi.

Procedendo nelle opzioni, cliccando sulla cartella segnata dalla manina, potrete scegliere dove salvare il vostro film.



Iniziamo ora la procedura vera e propria per la copia del DVD. Se vi interessa copiare i file VOB così come si trovano sul vostro DVD, senza modificarli, semplicemente cliccate su

 


per iniziare la copia, saltate quindi tutta la sezione seguente ed andate direttamente qui. Se siete invece interessati ad una sola traccia audio e/o non volete nessun sottotitolo oppure desiderate modificare il file VOB, continuate di seguito.

N.B. Questa procedura può inoltre essere utile nel caso vogliate aprire e vedere il film direttamente dai file copiati sul disco fisso, con un programma quale ad esempio PowerDVD che non è in grado di utilizzare correttamente le tracce audio multiple su file .VOB, ma va a leggere la prima traccia audio disponibile (in genere la traccia corrispondente all'indirizzo 0x80). Può essere quindi necessario dover rimappare le tracce audio, in modo che quella corrispondente alla lingua che vi interessa sia appunto la prima (indirizzo 0x80). E' comunque possibile effettuare la stessa procedura con il metodo IFO, cosa che consiglio vivamente.

Selezionate (cliccandoci sopra) il solo file IFO corrispondente al vostro film. In particolare, in questo caso, i file del film sono i seguenti:



quindi il file IFO da selezionare è il VTS_02_0.IFO (vi ricordo che i file .IFO contengono menu e altre informazioni sul video e l'audio). Cliccate con il pulsante destro del mouse su questo file e comparirà il seguente menù (fate attenzione che sia selezionato il SOLO file .IFO, altrimenti il menu sarà diverso, in particolare non saranno disponibili le informazioni Video, Audio, SubPicture).



Scegliendo "Video Information" vi compariranno le informazioni sul formato Video del Film:



Ok, ma niente di estremamente interessante. Quello che invece può interessarci sono le SubPicture Information:



e le Audio Information (il procedimento che qui spiegherò per l'audio, può essere applicato anche ai sottotitoli):



Che sono tutti quei numeri? 0x80, 0x81, 0x82 è il numero della traccia (i programmi per leggere i DVD, per default leggono la traccia 0x80 come vi dicevo prima nel caso di PowerDVD), mentre AC3 (2 o 6Ch) 48 kHz DRC è il formato audio a 2 o 6 canali (Ch). Supponiamo a noi interessi la sola traccia in italiano. La traccia risulta quindi essere la seconda, in particolare 0x81 è la traccia che ci interessa.



Voi dovete solo ricordarvi il numero della traccia audio che vi interessa e quindi 0x81. Torniamo ora al menù principale e scegliamo di nuovo tutti i file del nostro film (esclusi quindi tutti i contenuti speciali), cliccando su "Edit -> Select Main Movie Files".



Una volta selezionati tutti i file, cliccate sopra uno qualsiasi di questi con il pulsante destro del mouse e selezionate "Stream Processing".



Il programma cercherà le traccie audio e video presenti:



e quindi vi comparirà la sequente finestra:



Come notate tutte le tracce sono selezionate; 0xE? sono tracce video, 0x8? quelle audio AC3 e 0x2? i sottotitoli. Selezionate solo quelle che vi interessano, spuntando le tracce che non volete includere. La nostra traccia in italiano era la 0x81, mentre 0x22 i sottotitoli in inglese. A questo punto può risultare utile "rimappare" le tracce audio ed i sottotitoli, in modo tale che il programma di lettura per file video .VOB legga l'italiano come traccia audio di default. Per far questo è necessario selezionare lo "Streams" che si desidera rimappare (nel nostro caso 0x81 - Audio - AC3)



e rinumerare su "Map to:" la traccia come 0x80 (ed eventualmente i sottotitoli come0x20)



Fatto questo, potete scegliere se includere l'audio nei file .VOB ("Direct Stream Copy"), oppure estrarlo su di un altro file separato "Demux".



Cliccando su OK, inizia la copia del DVD sul vostro disco fisso.



Un'occhiata alla finestra di Log:



e circa una decina di minuti dopo, tutto fatto.


Metdo ISO

Questo metodo permette di creare un'immagine "ISO" (ovvero che rispecchia un dato standard) dell'intero DVD. Qualcuno potrebbe chiedersi quale lo scopo della creazione di un'immagine ISO di un DVD. Lo scopo è semplice: un'immagine ISO, è un file che contiene la copia speculare del contenuto di un disco (CD o DVD, ma anche HardDisk), e contiene non solo tutti i file, ma tutte le informazioni sul disco fisico vero e proprio. Un'immagine ISO può essere utilizzata da programmi quali ad esempio Nero Burning (ma lo stesso DVD Decrypter permette di scrivere immagini ISO) ed un masterizzatore (per DVD nel caso vogliate masterizzare un DVD:-)) per la creazione di una copia identica del supporto. Il problema è che spesso (per non dire sempre) i DVD film contengono più di 4,7GB di dati (generalmente sono DVD doppio strato che possono contenere fino a  9GB), mentre attualmente i masterizzatori per DVD non vanno oltre i 4,7GB. Quale l'utilità quindi di generare un'immagine ISO di un DVD? L'utilità è che esistono dei programmi che permettono di "montare" un'immagine ISO di un qualunque supporto digitale (DVD-Rom o CD-Rom che dir si voglia) come un disco virtuale. Per i profani il concetto può sembrare un pò ostico... ad essere il più terra terra possibili, diciamo che con un programmino come Daemon-Tool (che potete scaricare liberamente al seguente indirizzo: www.daemon-tools.net/daemon.htm) potete prendere l'immagine di un disco qualunque che avete creato sul vostro disco fisso ed usarla come se fosse un vero e proprio CD o DVD inserito in un lettore CD o DVD virtuale, fittizio, che ovviamente non possedete (ma di cui, in esplora risorse vedrete la lettera). Nel caso quindi abbiate dischi fissi molto capienti, potreste crearvi le immagini ISO dei vostri film preferiti e poi guardare i film direttamente dal PC, con contenuti speciali, menu e capitoli senza bisogno di riutilizzare il delicato supporto DVD (paradossalmente sembra che più ci teniate ad un DVD, più questo è soggetto a cadute, strisci o danni vari). Per maggiori dettagli sull'utilizzo di Daemon's Tools, vi rimando a questo articolo.

Selezionate dunque la modalità ISO:



Ecco come si presenta la finestra principale. Notate sulla sezione di destra, accanto a "Size", le dimensioni in bytes che avrà l'immagine del vostro DVD. Assicuratevi di avere spazio libero a sufficienza, controllando nella sezione "Destination" il valore accanto a "Free Space" (per onore della cronaca, vi ricordo che per ottenere la diemensione in Mbyte, dovete dividere il valore in bytes per 1024x1024 = 1048576, ovvero in questo caso: 7660226560 / 1048576 = 7305 MB ovvero (dividendo 7305 per 1024) circa 7,1 GB). Infine scegliete la cartella in cui salvare il vostro file ISO, nel caso quella di default non vi aggradi, cliccando nell'iconcina sempre nella sezione "Destination":



Prima di procedere alla copia, in "Tools -> Settings -> ISO Mode" controllate che siano abilitate tutte le opzioni di rimozione delle protezioni anticopia, e che l'opzione "File Splitting" sia settata su "None", onde preveniere che l'immagine venga suddivisa in più parti. Un'immagine spezzata in più parti, infatti non viene correttamente montata da Daemon's Tools ed il film risulta non utilizzabile nè tantomeno guardabile. Purtroppo chi non ha un sistema operativo NT, 2000 od XP con filesystem NTFS, sarà limitato ad un massimo di 4GB (limite del filesystem FAT32) e non potrà quindi utilizzare questo metodo per vedere con comodo i DVD direttamente dal proprio disco fisso, ma dovrà orientarsi verso l'alternativa IFO o File Mode.



Cliccate su "OK" e procedete quindi alla copia:



Un'occhiata ai progressi nel file di Log:



Terminata la procedura di copia (circa 10-15 minuti a seconda della velocità del vostro PC), non rimane che lanciare Daemon's Tools e "montare" l'immagine appena creata (nel nostro caso il file GODFATHER4_IS.ISO).



Potrete quindi accedere al vostro DVD direttamente da esplora risorse (o con PowerDVD) entrando nella lettera assegnata all'unità virtuale di Daemon's Tools (per tutti i dettagli sul suo utilizzo, fate riferimento a questo articolo).

N.B. Se per qualche motivo non dovreste essere in grado di rimontare un'immagine che in precedenza aveva funzionato correttamente, provate a riavviare il sistema. Nel mio caso questa procedura ha risolto il problema.

(A cura di: Panix  - Sito)

Torna all'indice >>


Donna Nuda
Musica - Software - Giochi - Karaoke - Cinema - Computer - Guide - Motori - Radio - Ridere - Sport
Turismo - Divx - Blog - Cartoni e fumetti - Webmaster -Collezionismo - Risorse grafiche - Internet
Annunci - Arte Cultura - Eros - Siti ospiti - Siti amici -
Aziende - Home page

 

Ideato, realizzato e gestito da: WEB & Graphic designer - © 2000/2008
Donna Nuda
  non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti
Siti partner:  - Aziende | Contatti - Segnala un sito - Annunci gratis - Iscrizione Top100