Xosl  - Manuale BootManager (A cura di: AScROccO.IT http://www.ascrocco.it)



Questo software č uno dei pochi gestori di boot e partizionamento dischi rigidi gratuiti.
Non č molto intuitivo ma le funzioni che ha lo rendono uno dei piu' potenti software della sua categoria in quanto oltre a dare la possibilitą di installare piu' S.O. diversi consente di installare anche 2 Windows sullo stesso HD.
Per il partizionamento si appoggia a Ranish Partition Manager (gratuito), e consente di creare partizioni primarie (massimo 4) e estese.
La prima partizione primaria č dedicata a Xols.

Ecco come funziona un partizionamento con 2 Windows e 1 Linux:

primaria1: Xosl (partitione dedicata)
primaria2: win98 I° (windows per giocare)
primaria3: win98 II° (windows per lavoro)
estesa1 : 
- log1: FAT 32 (dati per win I & win II)
- log2: Linux swap (partizione Swap di Linux)
- log3: Linux (partizione / di Linux)

Da notare che quando si lavora su uno dei 2 Sistemi Windows questo vede la partizione log1 come disco "D", ma non vede la partizione primaria dove č installato l'altro Windows. 
Se cosi' non fosse i due sistemi andrebbero in conflitto.

Come procedere:

Ci sono molti modi per far funzionare Xosl ed č meglio leggere prima tutta la documentazione e fare un backup completo oltre a creare i dischetti come descritto nella documentazione sul sito.
Il metodo che segue potrebbe non funzionare nel vostro caso.

  • Per prima cosa bisogna fare tabula rasa di tutte le partizioni oppure si puo' cercare tramite Fips (utility inserita in tutte le distribuzioni Linux nella directory Dosutils) di accorciare la partizione in cui č installato Windows facendo prima la deframmentazione del disco e creando sempre con Fips le altre partizioni primarie di cui si ha bisogno.
    In questo modo non ci sarą bisogno di cancellare Windows.

  • Usare un disco di installazione Linux per creare tutte le partizioni (se vi trovate meglio con Ranish usate quello ), 3 primarie e una estesa contenente 3 partizioni logiche di cui una Dos una Swap e una Native.
    La prima partizione primaria da 16 Mb per Xosl e la terza primaria per il secondo Windows č meglio non registrarle come Dos in questo momento, scegliete un altro Filesystem. 

  • Registrare la tavola delle partizioni e uscire dall'installazione di Linux. Si puo' anche installare Linux per primo ma se qualcosa vą storto durante le installazioni Windows potrebbe essere necessario rifare la tavola delle partizioni in altro modo e quindi aver perso solo tempo. Infatti Linux č quello che crea meno problemi quindi lasciamolo per ultimo.

  • Formattare la partizione primaria 2 come Fat 32 e installarvi il primo Windows.

  • Lanciare i dischetti per l'installazione di Xosl.
    Potrebbe essere necessario prima formattare la partizione da 16 MB.

  • Con Xosl intervenire nella partizione in cui si č installato Windows e usare la funzione "Hiding" per renderla invisibile. Uscire e tramite un floppy autoavviabile che avrete creato prima e contenente anche Fdisk (vą bene anche il dischetto di ripristino di Windows) controllate con Fdisk che la partizione in cui č stato installato Windows non sia piu' riconosciuta come Dos o Fat 32 ma sia una partizione Non Dos.
    Se cosi' non fosse occorre riavviare il pc e dal menu' di Xosl settare in modo da far sparire quella partizione. 

  • Quando Fdisk non vede piu' nessuna partizione primaria Dos cancellare la partizione primaria 3 NonDos (vuota) e ricreare una partizione primaria Dos, formattarla e assicurarsi che sia vista come disco C da Fdisk.

  • Inserite il dischetto dell'installazione di Windows e installate il secondo S.O. Win.

  • Finita l'installazione Xosl č sparito e occorre o riinstallarlo o riattivare la sua partizione. 
    Con Fdisk controllare lo stato delle partizioni e attivare quella con Xosl.
    Al riavvio del sistema bisogna reintervenire nel settaggio di Xosl.
    Creare i 2 profili per Windows tramite Setup -> Add, e poi selezionare il primo Windows, cliccare su Hiding e nascondergli il secondo Windows. Rifare l'operazione inversa col secondo Windows.


Se tutto č andato per il meglio i 2 sistemi non si vedono ma vedono entrambi la partizione Dos all'interno della 4° partizione estesa come disco D. Si puo' usare questo disco per salvare tutti i dati e si puo' intervenire sulla cartella Documenti in modo da cambiarne il collegamento e ricrearla in D. 
Stesso discorso si puo' fare per la posta sia che si usi Outlook Express o altri software come The Bat!
Si creano le cartelle di sistema in D, da qualsiasi sistema Windows si stia usando č possibile accedere a tutta la posta, anche a quella scaricata con l'altro Sistema Operativo.
Non sono ancora riuscito a fare la stessa operazione per avere in comunione i file temporanei di Internet Explorer o Opera e usare la stessa cartella dei Preferiti.

Possibili problemi:

Windows 2 non si vuole installare nella 3° partizione primaria
A volte per cause diverse come bios non aggiornati etc, č impossibile installare Windows (nel nostro caso si tratta del 2° sistema Windows) su una partizione primaria che inizia dopo i 2 GB.
Per risolvere questo problema ci sono 3 soluzioni:

  1. installare il secondo Windows su un 2° HD

  2. clonare il primo Windows (copiarlo) tramite MsDos o Linux, in questo caso si deve prima rendere avviabile la partizione in cui copiare (sys c: oppure format c:/s)

  3. installare entrambi i Windows prima dei 2 GB, ad esempio creando 3 partizioni primarie, 16 MB per Xosl e circa 1 GB a testa per i 2 Windows. In questo caso č consigliabile fare molte partizioni logiche all'interno della 4° partizione. Infatti per evitare di fare confusione č meglio che i software dei 2 Windows siano installati in partizioni separate (e 1 GB non sarą sicuramente sufficiente) e i 2 abbiano in comune la sola partizione per i dati che non sarebbe piu' il disco D ma il disco E. 
    Quindi creeremo ad esempio 3 partizioni Dos estese in cui la prima sarą il disco D di Windows 1 per il software, la seconda sarą il disco D per Windows 2 per il software, la terza sarą il disco E di entrambi i Windows per i dati. 
    Se si vuole installare anche Linux bisogna creare almeno altre 2 partizioni, una di Swap e una Native. 

Errore disco D

La partizione estesa Dos (disco D) viene riconosciuta dai 2 Windows ma questi danno dei messaggi di errore di Cluster. In questo caso visto che non abbiamo ancora installato Linux bisogna eliminare quella partizione e ricrearla come estesa con Fdisk. Il problema dovrebbe sparire. 

Installare gli altri S.O

A questo punto si puo' installare Linux e ricordarsi che nel profilo che si crea per avviare questo S.O. con Xosl bisogna togliere il segno di spunta nella casella "Attiva partizione" altrimenti dopo avere usato Linux e riavviato il sistema Xosl sarą sparito e bisognerą riattivare la partizione in cui č installato con Fdisk.
Altro accorgimento da tenere presente quando si installa Linux: bisogna installare LiLo nella partizione di root (/).
Infine una nota su BeOS: č possibile avviare questo S.O. anche se questo č installato in una partizione Logica.

(A cura di: AScROccO.IT http://www.ascrocco.it)

Torna all'indice >>

Al momento dell'inserimento i link sono funzionanti -  Segnala link rotti
 


Donna Nuda
Musica - Software - Giochi - Karaoke - Cinema - Computer - Guide - Motori - Radio - Ridere - Sport
Turismo - Divx - Blog - Cartoni e fumetti - Webmaster -Collezionismo - Risorse grafiche - Internet
Annunci - Arte Cultura - Eros - Siti ospiti - Siti amici -
Aziende - Home page

 

Ideato, realizzato e gestito da: WEB & Graphic designer - © 2000/2008
Donna Nuda
  non č collegato ai siti recensiti e non č responsabile per i loro contenuti
Siti partner:  - Aziende | Contatti - Segnala un sito - Annunci gratis - Iscrizione Top100