login utente
email
Password
Password dimenticata?
 • www.donna-nuda.it

Siti Iscritti: 278
Utenti Iscritti: 255
   
Voti Mensili: 6
Visite Mensili: 62
Click Mensili: 128
   
Voti Totali: 2124
Visite Totali: 8594
Click Totali: 12585

Leggi News 2020-12-20  -   Vista e le altre delusioni del 2007
 
Pc World stila la classifica dei 15 prodotti o servizi tecnologici dell'anno che più hanno deluso le aspettative. L'infelice vincitore è Windows Vista, il nuovo sistema operativo di Microsoft. Ma figurano anche nomi famosi come Facebook e Yahoo.

Il 2007 sta per concludersi. Il che solletica bilanci e classifiche: ce n'è una in particolare, realizzata dal sito Pc World, che stabilisce i prodotti hi-tech dell'anno più deludenti, disegnando il panorama tecnologico a partire dai fallimenti che, lungi dall'essere marginali, costituiscono il costante tormento degli utenti. Il disonorevole elenco è composto da 15 punti e include, in verità, non solo apparecchi e gadget ma anche sevizi e software.

SOTTO LA LENTE

1. Windows Vista

2. Blu-Ray vs Hd-Dvd

3. Facebook Beacon

4. Yahoo!

5. Apple iPhone

6. Broadband Industry

7. Voice e Ip

8. Apple Leopard

9. Office 2007

10. Compagnie Wireless

11. Microsoft Zune

12. Sicurezza in internet

13. Social network

14. Wimax municipale

15. Amazon Unbox

Numero 1
Il re della classifica è Windows Vista. Il sistema operativo che è rimasto in gestazione per ben cinque anni, alla fine è stata una delusione, almeno secondo PC World. A storcere il naso sono stati un po' tutti, dai semplici utenti per passare dalle aziende fino ad arrivare ai produttori di hardware. Innanzi tutto, Vista richiede computer dalle alte prestazioni per risultare alla fine un sistema operativo più lento di Windows Xp. Ma fin dal suo debutto, le incompatibilità che l'hanno colpito come tante malattie inaspettate sono state innumerevoli, per esempio con applicazioni e documenti di lavoro vari. Il che ha reso zoppicante il lancio, con molti produttori di Pc che facevano marcia indietro preferendo continuare a proporre prodotti con Xp preinstallato. Anzi, secondo una ricerca di novembre, promossa da Kace e condotta da King Research, il 90 per cento delle aziende statunitensi ha ammesso essere restia al passaggio e il 53 per cento non ha nemmeno in programma di aggiornare i propri computer con Vista. Inclusi in quest'ultimo, certo, ci sono aspetti apprezzabili, come il parental control e la grafica accattivante. Eppure la maggior parte degli utenti sembra voler restare aggrappato a Xp con le unghie e con i denti.

Numero 2
Il secondo posto se lo merita la vicenda che vede uno scontro infinito fra i formati ad alta definizione Blu-Ray e HD DVD. Ogni mese del 2007 ha visto l'uno o l'altro annunciare la propria predominanza con il risultato che la confusione regna sovrana e che gli utenti stentano a buttarsi sull'uno o sull'altro. Insomma, quale sarà il successore del Dvd? Per ora meglio attendere, onde non ritrovarsi con lettori costosi e per di più inutili. La guerra fra Betamax e Vhs docet.

Numero 3
Non poteva che salire sul podio la discussa vicenda che ha coinvolto di recente il sito social Facebook. Tutto ha avuto inizio con l'arrivo di Beacon, un sistema pubblicitario che per vivere e prosperare necessitava delle informazioni personali sugli utenti e soprattutto la loro condivisione. Una piattaforma ultra personalizzata insomma, che propone acquisti a seconda dei gusti e che ha suscitato una tempesta di polemiche sulla privacy. Beacon infatti ha urtato non poco la sensibilità dei frequentatori del famoso sito che hanno protestato perfino arrivando ad abbandonare il proprio amato luogo social. Risultato: il 30 novembre Facebook fa marcia indietro cedendo alla rivolta popolare. Beacon rimane, ma abbisogna dell'autorizzazione dell'utente prima di mandare in giro informazioni private.

Fra i tanti...
Fuori dal podio tanti i nomi noti, fra cui spicca per esempio Yahoo! con la sua vicenda della fuoriuscita di notizie sui propri utenti che ha portato all'arresto di alcuni presunti dissidenti del regime cinese. Ben tre episodi negli ultimi 5 anni. Un primato.

Per maggiori informazioni

VisionPost
Torna alle news
  Vai su XpGraphics